Girl-whispering-in-ear-by-Flickr-user-coolio-claire-Creative-Commons.jpg

Nella nostra società il pettegolezzo (gossip) è pervasivo, e la passione per il pettegolezzo si trova nella maggior parte delle nostre conversazioni quotidiane.


Perché gli individui sono interessati a sentire pettegolezzi su successi e insuccessi degli altri? I ricercatori dell'Università di Groningen in Olanda hanno studiato l'effetto del gossip positivo e negativo sul modo in cui il destinatario stesso si valuta.


Lo studio è pubblicato in Personality and Social Psychology Bulletin.


Nonostante alcune conseguenze positive, il pettegolezzo è in genere visto come distruttivo e negativo. Tuttavia, sentire un pettegolezzo può aiutare le persone ad adattarsi all'ambiente sociale, mostrare come un individuo può migliorare, o rivelare potenziali minacce.

 

Lo studio

Il primo studio ha chiesto ai partecipanti di ricordare un momento in cui hanno ricevuto un pettegolezzo positivo o negativo su un altro individuo e, successivamente, misurare l'auto-miglioramento, l'auto-promozione, e il valore di auto-protezione delle informazioni contenute nel gossip ricevuto.


Gli individui che hanno ricevuto il pettegolezzo positivo avevano avuto un aumento del valore di auto-miglioramento, mentre il pettegolezzo negativo ha aumentato il valore di auto-promozione. Il pettegolezzo negativo aumenta anche le preoccupazioni sull'auto-protezione.


"Sentire per esempio storie positive sugli altri può essere informativo, perché suggeriscono dei modi per migliorare se stessi", spiega il ricercatore principale Elena Martinescu. "Sentire un pettegolezzo negativo può essere lusinghiero, perché suggerisce che altri (l'oggetto del gossip) potrebbero andare meno bene di noi. Tuttavia, il gossip negativo può anche essere una minaccia al proprio sé, perché suggerisce un ambiente sociale maligno in cui si può facilmente cadere vittima di trattamenti negativi".


I partecipanti al secondo studio hanno assunto il ruolo di agenti di vendita e sono stati invitati ad immaginare di aver scritto una descrizione del lavoro che era stato loro presentato. I partecipanti hanno ricevuto un pettegolezzo negativo o positivo sul rendimento al lavoro di un altro partecipante. Questo scenario ha comportato anche la manipolazione del raggiungimento degli obiettivi in due condizioni: una con obiettivo le prestazioni, e una con obiettivo la padronanza.


Le persone che hanno un obiettivo saliente di prestazioni si sforzano di dimostrare una competenza superiore superando le altre persone. Le persone che hanno un obiettivo saliente di padronanza si sforzano di sviluppare competenze per apprendere nuove conoscenze, abilità e competenze.

 

I risultati dello studio

Coerentemente con il primo studio, il pettegolezzo positivo ha avuto più valore di auto-miglioramento, mentre il pettegolezzo negativo aveva un valore di auto-promozione e ha sollevato preoccupazioni di auto-protezione. Il pettegolezzo negativo ha suscitato orgoglio per il suo valore di auto-promozione, in quanto dà agli individui le informazioni di confronto sociale che giustificano le decisioni di auto-promozione.


Il pettegolezzo negativo suscita anche paura e ansia a causa delle crescenti preoccupazioni di auto-protezione, dal momento che gli individui temono che la loro reputazione potrebbe essere a rischio se diventano bersaglio di pettegolezzi negativi in futuro.


Il secondo studio ha scoperto che gli individui con un obiettivo di padronanza hanno maggiori probabilità di imparare dal pettegolezzo positivo rispetto agli individui con un obiettivo di prestazioni, mentre gli ultimi sperimentano più preoccupazione per l'auto-protezione in risposta ai pettegolezzi positivi. Gli individui che perseguono obiettivi di prestazione si sentono minacciati dal pettegolezzo positivo perché il successo dei rivali si traduce nel loro fallimento.


I ricercatori si aspettavano che gli individui sarebbero stati più attenti dopo aver ricevuto un gossip positivo piuttosto che negativo, perché avrebbero potuto trovare che il pettegolezzo positivo costituisce una fonte di informazioni che possono acquisire. Tuttavia, i risultati sono stati sorprendenti, e la vigilanza era alta sia per i pettegolezzi positivi che per quelli negativi, presumibilmente perché entrambi i tipi di pettegolezzo sono di grande rilevanza per chi li riceve.


Sono state osservate anche differenze di genere tra uomini e donne. "Le donne che ricevono pettegolezzi negativi sperimentano preoccupazioni più alte di auto-protezione, forse perché credono che potrebbero subire un destino simile a quello della persona che è il bersaglio dei pettegolezzi, mentre gli uomini che ricevono pettegolezzi positivi sperimentano più paura, forse perché un aumento di confronti sociali con i concorrenti sono minacciosi", ragiona Elena Martinescu.


Il gossip fornisce gli individui di informazioni indirette di confronto sociale, che è a sua volta molto ben valutato da parte dei ricevitori in quanto fornisce una risorsa essenziale per l'auto-valutazione.


Invece di eliminare il gossip, Elena Martinescu ed i suoi colleghi suggeriscono che gli individui dovrebbero "accettare il pettegolezzo come una parte naturale della nostra vita e di riceverlo con un atteggiamento critico per quanto riguarda le conseguenze che può avere su noi stessi e sugli altri". Ricevere pettegolezzi su altre persone è una preziosa fonte di conoscenza di noi stessi, perché implicitamente ci confrontiamo con le persone su cui sentiamo pettegolezzi.

 

 

 

 

 


Fonte: Society for Personality and Social Psychology (>English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Riferimenti:  E. Martinescu, O. Janssen, B. A. Nijstad. Tell Me the Gossip: The Self-Evaluative Function of Receiving Gossip About Others. Personality and Social Psychology Bulletin, 2014; DOI: 10.1177/0146167214554916

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Il contenuto di questo articolo non dipende da, nè impegna la Biblioteca Comunale di Altivole. I siti terzi raggiungibili da eventuali link contenuti nell'articolo sono completamente estranei alla Biblioteca, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.