Biblioteca Comunale di Altivole

Servizi alla cultura e alla persona



Chiesa parrocchiale AltivoleChiesa Parrocchiale di Altivole

Chiesa Parrocchiale

A fianco della sede municipale vi è la chiesa parrocchiale di altivole (sec. XVIII), ampliata nel 1925 e terminata nel 1939. Al suo interno vanno segnalate:

•  l' "Assunzione di Maria" (1910), affresco del pittore Noè Bordignon (1a foto da sinistra, sotto);

•  "La Madonna con bambino" attribuito a Dominicus Bonora Flamensis;

•  "SS Fosca, Pietro e Paolo", dipinto posto dietro il settecentesco altare marmoreo, attribuito a Dominicus Bonora Flamensis

•  di pregio anche la pala che raffigura "La Sacra Famiglia e Santi", detta anche pala Van Axel, accuratamente restaurata nel 1926 e proveniente dall'oratorio demolito di Villa Van Axel (2a foto da sinistra, sotto);

•  la chiesa parrocchiale di S. Fosca conserva inoltre due tele di scuola veneta del sec. VXIII (esposte nel presbiterio) che rappresentano rispettivamente il "S.Antonio, con i Santi Urbano papa, Sisto e Gregorio Nazianzeno" (3a foto da sinistra, sotto) e

•  il "Transito di San Giuseppe" (ultima foto da sinistra, sotto);

•  nelle cappelle laterali ci sono due pale del pittore trevigiano Gino Borsato dipinte nel 1937;

•  un pregevole ciborio corona l'altare maggiore: l'opera è di ignoto tagliapietre del secolo XVIII.

Chiesa Altivole - Assunzione MariaChiesa Parrocchiale di Altivole: 'Assunzione di Maria' di Noè Bordignon Chiesa Altivole - Sacra Famiglia e Santi, pala Van AxelChiesa Altivole - Sacra Famiglia e Santi, pala Van Axel Chiesa Altivole - S.Antonio, con i Santi Urbano papa, Sisto e Gregorio NazianzenoChiesa Altivole - 'S.Antonio, con i Santi Urbano papa, Sisto e Gregorio Nazianzeno' Chiesa Altivole - Transito di San GiuseppeChiesa di Altivole: 'Transito di San Giuseppe'

 

 

Altivole - Monumento Fra Giocondo

Monumento Frà Giocondo

Dietro alla chiesa arcipretale, su basamento che riporta virtù ed imprese dal 1907, è collocato il monumento al frate domenicano veronese Frà Giovanni Giocondo.

La realizzazione scultoria è di Francesco Sartor da Cavaso del Tomba.

 

 

 

 

Altivole - Villa Bardellini ZonAltivole - Villa Bardellini Zon - Madonna Loreto

Villa Barbellini Zon

Prendendo via Roma, a duecento metri dalla chiesa, si incontra Villa Barbellini Zon, ora Titotto (sec. XVIII).

Attiguo al massiccio edificio sorge l'antico oratorio pubblico intitolato alla Madonna di Loreto (vedi affresco sulla destra).

La piccola chiesa ha un bell'altare marmoreo con una pala attribuita al pittore castellano Pietro Damini.

Di singolare interesse anche una teca che raccoglie le spoglie mortali di S. Gervasio martire, reliquie che la leggenda vuole raccolte agli inizi del settimo secolo dai contadini stessi nei campi di pertinenza della villa.

 

 

Altivole - Villa Fietta Giacomelli

Villa Fietta-Giacomelli

Sempre al centro di Altivole, va ancora segnalata Villa Fietta Gicomelli che fino al secolo XVIII destinava a residenza signorile solo il corpo centrale.

Ampliamenti successivi l'hanno portata alla forma attuale.

 

 

 

Altivole - La ColomberaAltivole - Colombera - Madonna in trono

La Colombara

Poco lontano da Villa Fietta Giacomelli, lungo la strada che porta a Riese Pio X, è visibile un fabbricato rustico (sec. XVI) sul quale s'innalza una colombaia, recentemente restaurata.

All'interno vi è affrescata una "Madonna in trono con Bambino benedicente", opera oggi più propriamente attribuita a un ignoto frescante veneto attivo tra la fine del '400 ed i primi del '500 (foto a destra).

 

 

 

Altivole - Villa Van AxelAltivole - Villa Van Axel - Figure di cinesi

Villa Van Axel-Castelli, ora Grübe

Sempre ad altivole, va segnalata la Villa Van Axel-Castelli, ora Grübe. Negli ultimi anni del XVII secolo Francesco e Giuseppe Castelli, nobili veneziani, edificarono in Altivole la villa che è comunemente nota come Villa Castelli-Van Axel.

Altivole - Villa Van Axel - Paesaggio con cavaliereTale denominazione è dovuta all'acquisto dell'edificio da parte della nobile famiglia fiamminga dei Van Axel (commercianti) che furono aggregati nel 1605 al patriziato veneto.

L'interno dell'edificio fu decorato nel primo quarto del settecento, limitatamente alle sovrapporte e soprafinestre del salone e delle stanze laterali, con scene agresti, paesaggi e figure cinesi.

Altivole - Villa Van Axel - Stemma dei Van AxelAll'interno vi è anche lo stemma dei Van Axel-Castelli in affresco.

 

 

 

Barco regina Cornaro

Vedere la sezione specifica di questo sito.